Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2007

sentenze.gif

Read Full Post »

hawking.gif

Read Full Post »

I’m your top prime cut of meat, I’m your choice,
I wanna be elected,
I’m your yankee doodle dandy in a gold Rolls Royce,
I wanna be elected,
Kids want a savior, don’t need a fake,
I wanna be elected,
We’re all gonna rock to the rules that I make,
I wanna be elected, elected, elected.

I never lied to you, I’ve always been cool,
I wanna be elected,
I gotta get the vote, and I told you ‘bout school,
I wanna be elected, elected, elected,
Hallelujah, I wanna be selected,
Everyone in the United States of America.

We’re gonna win this one, take the country by storm,
We’re gonna be elected,
You and me together, young and strong,
We’re gonna be elected, elected, elected,
Respected, selected, call collected,
I wanna be elected, elected.

And if I am elected
I promise the formation of a new party
A third party, the Wild Party!…

Alice Cooper
Elected (1973)

Read Full Post »

parole.gifDopo l’abolizione delle taglie per anoressiche, il primo ministro spagnolo Zapatero lancia una nuova campagna, stavolta a favore del salvataggio delle parole in lingua spagnola che, a seguito dell’introduzione di termini mutuati da lingue straniere, per l’uso distorto delle parole attraverso strumenti come le chat, gli sms, i nostri blog o semplicemente perché poco utilizzate, sono cadute in disuso. L’appello è rivolto ad intellettuali, scrittori, pensatori, operatori dei mezzi di comunicazione. Da noi, si sa, c’è la vecchia Accademia della Crusca che, conduce da anni una battaglia – che però ha ormai il sapore di una lotta contro i mulini a vento – in difesa della lingua di Dante.

Dal suo antro recondito, il cerusico Cymbalus rinnovella allora una disfida improba contro il favellare di altre genti e manifesta a codesto illustre consesso di uditori una proposta: quali parole desuete della nostra lingua adottereste o riportereste a nuova vita?

Attendo, fiducioso, i vostri post le vostre risposte.

Read Full Post »

zazza.gifOrroree raccapriccio nel centro di Londra. Uno squilibrato trentacinquenne di origini polacche ha fatto irruzione nella pizzeria “Zizzi” e, dopo aver urlato frasi sconnesse, è entrato in cucina, uscendone subito con in mano un coltellaccio. Di fronte agli avventori terrorizzati ha rivolto contro di sé l’arma, evirandosi. Immediatamente sono intervenuti i soccorsi e l’uomo è stato ricoverato in ospedale, dove i medici hanno tentato di ricucirgli il pene, nel frattempo raccolto e messo sotto ghiaccio da un agente. Il padrone del locale, sotto shock, ha deciso immediatamente di cederlo al miglior offerente. Si è subito fatta avanti la regina dell’evirazione, Lorena Bobbitt, la quale, dopo aver firmato il contratto di acquisto, ha dichiarato alla stampa di voler cambiare il nome della pizzeria. Da “Zizzi” a “Zazzà”.

Read Full Post »

It was just before dawn
One miserable morning in black ‘forty four.
When the forward commander
Was told to sit tight
When he asked that his men be withdrawn.
And the Generals gave thanks
As the other ranks held back
The enemy tanks for a while.
And the Anzio bridgehead
Was held for the price
Of a few hundred ordinary lives.

Kind ol’ King George
Sent Mother a note
When he heard that father was gone.
It was, I recall,
In the form of a scroll,
With gold leaf and all.
And I found it one day
In a drawer of old photographs, hidden away.
And my eyes still grow damp to remember
His Majesty signed
With his own rubber stamp.

It was dark all around.
There was frost in the ground
When the tigers broke free.
And no one survived
From the Royal Fusiliers Company C.
They were all left behind,
Most of them dead,
The rest of them dying.
And that’s how the High Command
Took my daddy from me.

 Pink Floyd
When the Tigers Broke Free
(montaggio di nobodyhome)

Read Full Post »

regatta.gif

Read Full Post »

Older Posts »