Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘caos’ Category

Dopo un inizio in sordina, il nuovo governo è in procinto di varare le prime misure per risolvere i problemi che attanagliano la sempre più tremebonda società italiana. E’ stato infatti diramato alle agenzie la bozza del cosiddetto “pacchetto Maroni”, provvedimento di legge che si propone di regolare i flussi migratori a suo tempo oggetto della “Bossi-Fini” e, nel contempo, colpire con fermezza coloro che minano l’ordine e la sicurezza interna. Ecco l’articolo che riguarda le nuove norme sulle espulsioni. Il comma finale è stato vergato (nel senso letterale del termine) da Bossi in persona:

1. Per motivi di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato, il Ministro dell’interno può disporre l’espulsione, dandone preventiva notizia al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro degli affari esteri.
L’espulsione è disposta dal prefetto nel caso il cui il soggetto sia:

Omosessuale (ma solo se sfila in piume di struzzo invece che in giacca e cravatta al Gay Pride), Rom, immigrato clandestino (ma non badante), rifiuto umano (solo se abbandonato in strada) fuoriuscito dallo Zimbabwe e proveniente dalla Spagna di Zapatero, un po’ ebreo (ma non sionista) e un po’ musulmano (meglio se talebano), simpatizzante comunista con ascendenze cinesi, magistrato giustizialista, ex opinionista di una trasmissione RAI di approfondimento giornalistico. Meglio se un po’ terrone.

“Chi risponde a queste caratteristiche è semplicemente avvertito” – ha dichiarato con il consueto linguaggio semplificatorio il ministro per la semplificazione legislativa Calderoli (che indossava una T-Shirt nuova fiammante con su scritto “Frankie Say Relax PdL Just Do It”) – “da domani RAUS!”.

Annunci

Read Full Post »

He’s a real nowhere Man,
Sitting in his Nowhere Land,
Making all his nowhere plans
for nobody.

Doesn’t have a point of view,
Knows not where he’s going to,
Isn’t he a bit like you and me?
Nowhere Man, please listen,
You don’t know what you’re missing,
Nowhere Man, the world is at your command.

He’s as blind as he can be,
Just sees what he wants to see,
Nowhere Man can you see me at all?

Nowhere Man, don’t worry,
Take your time, don’t hurry,
Leave it all till somebody else
lends you a hand.

Doesn’t have a point of view,
Knows not where he’s going to,
Isn’t he a bit like you and me?
Nowhere Man, please listen,
You don’t know what you’re missing,
Nowhere Man, the world is at your command.

He’s a real Nowhere Man,
Sitting in his Nowhere Land,
Making all his nowhere plans
for nobody.
Making all his nowhere plans
for nobody.
Making all his nowhere plans
for nobody.

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Le ultime proiezioni mettono in evidenza un consistente divario tra la coalizione di centro-destra e quella di centro-sinistra sia alla Camera che al Senato. Un “distacco difficile da colmare”, ammette lo stesso responsabile delle comunicazioni (un tempo si sarebbe detto “radiotelegrafista”) del PD Ermete Realacci. Insomma, la “cura Obama” di Uolter sembrerebbe non essere stata sufficiente a recuperare il pesante distacco che già separava le due coalizioni al momento della caduta di Prodi. D’altro canto, si sa, praticare l’Obamismo non è detto che faccia vincere le elezioni ma sicuramente fa diventare ciechi.

Berlusconi, invece, pare abbia costruito il suo ennesimo capolavoro.

Come Napoletone a Waterloo, direbbero negli ambienti del top managing.

Read Full Post »

«Sei capace a fare le somme?» chiese la Regina Bianca.

«Quanto fa uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno?»

«Non so», rispose Alice.

«Ho perso il conto.»

 

 

Lewis Carrol [Charles Lutwidge Dodgson],
Attraverso lo Specchio e quel che Alice vi trovò (1871)

Read Full Post »

Older Posts »