Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘letteratura’ Category

Read Full Post »

«Sei capace a fare le somme?» chiese la Regina Bianca.

«Quanto fa uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno più uno?»

«Non so», rispose Alice.

«Ho perso il conto.»

 

 

Lewis Carrol [Charles Lutwidge Dodgson],
Attraverso lo Specchio e quel che Alice vi trovò (1871)

Read Full Post »

“Il pubblico accusatore deve essere sottoposto periodicamente ad esami che ne attestino la sanità mentale”, ha dichiarato ieri a Savona un Silvio Berlusconi che, come il buon frate Remigio da Varagine, man mano che si avvicinano i giorni del voto, si dimostra sempre più ispirato.

Oggi, dai microfoni della trasmissione RAI “Radio Anch’io” parlando del servizio militare, “il – candidato – premier – dello – schieramento – a – noi – avverso (come lo definisce Uolter Ueltroni, ricorrendo a una parafrasi degna della lingua dei nativi americani) ha invece reso nota – a sorpresa – l’intenzione di reintrodurre il servizio militare per tutti i cittadini italiani – ragazzi e ragazze – che abbiano compiuto il 18° anno di età.

“Il servizio di leva sarà nuovamente obbligatorio” – ha dichiarato Berlusconi. Che poi si è affrettato a puntualizzare: “Verrà comunque inserita una speciale clausola che garantirà di fatto gli obiettori, facendo sì che siano chiamati sotto le armi solo coloro che lo vogliano effettivamente”.

“All’attuale legge sul servizio militare che consta di 11 articoli” – ha concluso il leader del PdL – “ne verrà aggiunto un dodicesimo proprio a tutela dei diritti degli obiettori di coscienza”.

L’articolo, si è saputo più tardi, è stato elaborato da uno dei membri del mio brain trust, lo statunitense Joseph Heller“, lo stesso che ha scritto il discorso di Savona ed elaborato la proposta di test mentale per i giudici.

Ecco il testo dell’articolo.

Articolo 12 – Comma 1
L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia.
Articolo 12 – Comma 22
Chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo.

Read Full Post »

parallel.jpgIn uno dei suoi lavori di taglio divulgativo più noti, il fisico americano di origini giapponesi Michio Kaku ribadisce ciò che gli studiosi di questa disciplina conoscono ormai da tempo, ovvero la fondatezza dell’esistenza del multiverso. In altri termini, l’esistenza di universi paralleli. Su questa eventualità si sono costruiti del resto decine di racconti e di pellicole di fantascienza.

Possono dunque esistere mondi separati semplicemente da un singolo evento quantistico, mondi in cui la Germania nazista ha trionfato nella seconda guerra mondiale (come nell’Uomo nell’alto castello, più noto da noi come La svastica sul sole, o in Fatherland, romanzi rispettivamente di Philip K. Dick e Robert Harris), mondi in cui la Russia sovietica domina su tutta l’Europa, mondi in cui i Turchi hanno vinto a Lepanto, mondi in cui la Campania è all’avanguardia nella raccolta nel riciclaggio dei rifiuti e così via.

“Scivolare da uno di questi mondi all’altro” – ci avverte Kaku – “è compatibile con le leggi della fisica, ma è estremamente improbabile”. In realtà, pare invece che qualcuno ci sia riuscito: i nostri politici e i loro attivisti. Come spiegare altrimenti certe iniziative di alcuni candidati alle elezioni del prossimo aprile?

 

(altro…)

Read Full Post »

“L’oggetto è vuoto… non finisce mai… e… oh, mio Dio! …è pieno di stelle!

Arthur Charles Clarke (1917-2008)

Read Full Post »

And you open the door and you step inside
Where inside our hearts
Now imagine your pain as a white ball of healing light
That’s right, your pain
The pain itself is a white ball of healing light
I don’t think so

This is your life, good to the last drop
Doesn’t get any better than this
This is your life and it’s ending one minute at a time

This isn’t a seminar, this isn’t a weekend retreat
Where you are now you can’t even imagine what the bottom will be like
Only after disaster can we be resurrected
It’s only after you’ve lost everything that you’re free to do anything
Nothing is static, everything is evolving, everything is falling apart

This is your life, this is your life, this is your life, this is your life
Doesn’t get any better than this
This is your life, this is your life, this is your life, this is your life
And it and it’s ending one-minute at a time

You are not a beautiful and unique snowflake
You are the same decaying organic matter as everything else
We are all part of the same compost heap
We are the all singing, all dancing, crap of the world

You are not your bank account
You are not the clothes you wear
You are not the contents of your wallet
You are not your bowel cancer
You are not your grande latte
You are not the car you drive
You are not your fucking khaki’s!

This is Your Life
Dust Brothers (1999)
Video: Aaron Nixon

Read Full Post »

parole.gifDopo l’abolizione delle taglie per anoressiche, il primo ministro spagnolo Zapatero lancia una nuova campagna, stavolta a favore del salvataggio delle parole in lingua spagnola che, a seguito dell’introduzione di termini mutuati da lingue straniere, per l’uso distorto delle parole attraverso strumenti come le chat, gli sms, i nostri blog o semplicemente perché poco utilizzate, sono cadute in disuso. L’appello è rivolto ad intellettuali, scrittori, pensatori, operatori dei mezzi di comunicazione. Da noi, si sa, c’è la vecchia Accademia della Crusca che, conduce da anni una battaglia – che però ha ormai il sapore di una lotta contro i mulini a vento – in difesa della lingua di Dante.

Dal suo antro recondito, il cerusico Cymbalus rinnovella allora una disfida improba contro il favellare di altre genti e manifesta a codesto illustre consesso di uditori una proposta: quali parole desuete della nostra lingua adottereste o riportereste a nuova vita?

Attendo, fiducioso, i vostri post le vostre risposte.

Read Full Post »

Older Posts »