Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘salute pubblica’ Category

Dopo un inizio in sordina, il nuovo governo è in procinto di varare le prime misure per risolvere i problemi che attanagliano la sempre più tremebonda società italiana. E’ stato infatti diramato alle agenzie la bozza del cosiddetto “pacchetto Maroni”, provvedimento di legge che si propone di regolare i flussi migratori a suo tempo oggetto della “Bossi-Fini” e, nel contempo, colpire con fermezza coloro che minano l’ordine e la sicurezza interna. Ecco l’articolo che riguarda le nuove norme sulle espulsioni. Il comma finale è stato vergato (nel senso letterale del termine) da Bossi in persona:

1. Per motivi di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato, il Ministro dell’interno può disporre l’espulsione, dandone preventiva notizia al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro degli affari esteri.
L’espulsione è disposta dal prefetto nel caso il cui il soggetto sia:

Omosessuale (ma solo se sfila in piume di struzzo invece che in giacca e cravatta al Gay Pride), Rom, immigrato clandestino (ma non badante), rifiuto umano (solo se abbandonato in strada) fuoriuscito dallo Zimbabwe e proveniente dalla Spagna di Zapatero, un po’ ebreo (ma non sionista) e un po’ musulmano (meglio se talebano), simpatizzante comunista con ascendenze cinesi, magistrato giustizialista, ex opinionista di una trasmissione RAI di approfondimento giornalistico. Meglio se un po’ terrone.

“Chi risponde a queste caratteristiche è semplicemente avvertito” – ha dichiarato con il consueto linguaggio semplificatorio il ministro per la semplificazione legislativa Calderoli (che indossava una T-Shirt nuova fiammante con su scritto “Frankie Say Relax PdL Just Do It”) – “da domani RAUS!”.

Read Full Post »

In un suo articolo uscito ieri e subito ripreso dai giornali di mezzo mondo, il New York Times mette in guardia i blogger dal rischio di gravi patologie o addirittura di una morte prematura come conseguenza dello stress accumulato nella gestione delle loro pagine web.

Lo proverebbero alcune morti di famosi blogger d’oltre Oceano a seguito di complicanze al sistema cardiocircolatorio causate da ansia, insonnia, mancanza di attività fisica e cattive abitudini alimentari frutto della loro dipendenza dalla rete.

Insomma, secondo alcune ricerche ne ucciderebbe più la sezione “statistiche del blog” che la spada.

Per quanto mi riguarda ho già fatto tesoro di questo consiglio. Il testo di questo articolo è stato scritto in piedi, correndo sul posto, mangiando una barretta ipocalorica con in sottofondo una rilassante compilation di musica new age per arpa e richiami di balene azzurre.

Vi consiglio di fare altrettanto.

Oooommmmmmmmmmmm…………………..

Read Full Post »

acidello.jpg

Read Full Post »