Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Veltroni’ Category

He’s a real nowhere Man,
Sitting in his Nowhere Land,
Making all his nowhere plans
for nobody.

Doesn’t have a point of view,
Knows not where he’s going to,
Isn’t he a bit like you and me?
Nowhere Man, please listen,
You don’t know what you’re missing,
Nowhere Man, the world is at your command.

He’s as blind as he can be,
Just sees what he wants to see,
Nowhere Man can you see me at all?

Nowhere Man, don’t worry,
Take your time, don’t hurry,
Leave it all till somebody else
lends you a hand.

Doesn’t have a point of view,
Knows not where he’s going to,
Isn’t he a bit like you and me?
Nowhere Man, please listen,
You don’t know what you’re missing,
Nowhere Man, the world is at your command.

He’s a real Nowhere Man,
Sitting in his Nowhere Land,
Making all his nowhere plans
for nobody.
Making all his nowhere plans
for nobody.
Making all his nowhere plans
for nobody.

Read Full Post »

Read Full Post »

Le ultime proiezioni mettono in evidenza un consistente divario tra la coalizione di centro-destra e quella di centro-sinistra sia alla Camera che al Senato. Un “distacco difficile da colmare”, ammette lo stesso responsabile delle comunicazioni (un tempo si sarebbe detto “radiotelegrafista”) del PD Ermete Realacci. Insomma, la “cura Obama” di Uolter sembrerebbe non essere stata sufficiente a recuperare il pesante distacco che già separava le due coalizioni al momento della caduta di Prodi. D’altro canto, si sa, praticare l’Obamismo non è detto che faccia vincere le elezioni ma sicuramente fa diventare ciechi.

Berlusconi, invece, pare abbia costruito il suo ennesimo capolavoro.

Come Napoletone a Waterloo, direbbero negli ambienti del top managing.

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

parallel.jpgIn uno dei suoi lavori di taglio divulgativo più noti, il fisico americano di origini giapponesi Michio Kaku ribadisce ciò che gli studiosi di questa disciplina conoscono ormai da tempo, ovvero la fondatezza dell’esistenza del multiverso. In altri termini, l’esistenza di universi paralleli. Su questa eventualità si sono costruiti del resto decine di racconti e di pellicole di fantascienza.

Possono dunque esistere mondi separati semplicemente da un singolo evento quantistico, mondi in cui la Germania nazista ha trionfato nella seconda guerra mondiale (come nell’Uomo nell’alto castello, più noto da noi come La svastica sul sole, o in Fatherland, romanzi rispettivamente di Philip K. Dick e Robert Harris), mondi in cui la Russia sovietica domina su tutta l’Europa, mondi in cui i Turchi hanno vinto a Lepanto, mondi in cui la Campania è all’avanguardia nella raccolta nel riciclaggio dei rifiuti e così via.

“Scivolare da uno di questi mondi all’altro” – ci avverte Kaku – “è compatibile con le leggi della fisica, ma è estremamente improbabile”. In realtà, pare invece che qualcuno ci sia riuscito: i nostri politici e i loro attivisti. Come spiegare altrimenti certe iniziative di alcuni candidati alle elezioni del prossimo aprile?

 

(altro…)

Read Full Post »

In attesa di Berlusconi nei panni di Maria Teresa di Calcutta,
un video dei Goliardemocratici dal titolo Think Walter.
Sottotitolo: Indovina l’intruso.
* Estiqaatsi (pron. Esticàtzi): grande capo della tribù Cherokee Shalakke. Sciamano ed opinionista. Un breve profilo qui.

Read Full Post »

Older Posts »